Centro Ricerche Socio-Psicologiche e Criminologico Forensi | THEMIS

header rassegna stampa

Pubblicato il libro "Le firme elettroniche" - Land srl

Il libro appena pubblicato da Edizioni Themis “Le firme elettroniche. Normative, standard, scenari e modalità di utilizzo”, del quale sono autore, nasce dall’esigenza di riempire un vuoto scientifico su questa tema, importante per la trasformazione digitale nell’ambito della dematerializzazione documentale.

In questo scenario era sorprendente la mancanza di un testo di riferimento sul tema delle “firme elettroniche”. Questo aspetto è poi specifico per le tematiche tecniche, mentre in ambito giuridico sono disponibili alcune pubblicazioni aggiornate, anche se incluse all’interno di testi che trattano del cosiddetto “Diritto di Internet” o “Diritto delle Tecnologie”.

n termini storici la prima firma elettronica italiana fu apposta nel 1998 nell’ambito di un progetto sperimentale europeo in ambito doganale. Chi scrive era tra i progettisti della soluzione sviluppata da SOGEI S.p.A. per l’allora Ministero delle Finanze.

Oggi la firma elettronica è una consolidata realtà in Italia e in Europa. In rapida successione con il progetto SOGEI per l’Amministrazione finanziaria, dal 1999 in Italia si iniziò ad utilizzare le firme digitali, come sottoscrizioni elettroniche per i documenti informatici con un valore giuridico equivalente alla sottoscrizione autografa. Agli inizi del secolo, nell’anno 2000, l’Europa pubblica la direttiva 1999/93/CE che stabilisce regole comunitarie sul tema.

Nei venti anni successivi la diffusione della sottoscrizione elettronica è sempre cresciuta seguendo gli obblighi di legge ma anche la necessità di utilizzo in procedimenti dematerializzati.

L’emergenza sanitaria ha ulteriormente sviluppato la diffusione delle firme digitali, considerato che, mediante il loro utilizzo è possibile sottoscrivere contratti e in genere documenti informatici con piena validità legale senza dover essere fisicamente presenti durante le operazioni di approvazione e sottoscrizione.

Anche i numeri pubblicati periodicamente dall’Agenzia per l’Italia Digitale confermano questo scenario; a giugno 2021 sono oltre 26.265.000 i certificati qualificati di firma digitale attivi e oltre 2.200.000.000 (due miliardi e duecentomila) le firme digitale generate in modalità remota (quindi il numero totale delle firme generate è ancora più elevato considerando l’utilizzo dei dispositivi personali di firma come la smart card o il token USB).

Continua a leggere su:

https://www.land.it/post/pubblicato-il-libro-le-firme-elettroniche

 

Progetti e Ricerche

Progetti e RicercheProgetti e Ricerche

Il Centro Themis realizza ricerche e studi negli ambiti della psicologia, della sociologia, del diritto, della criminologia, della salute e sicurezza sul lavoro, della security aziendale, della comunicazione.

Edizioni Themis

Edizioni ThemisEdizioni Themis

Le pubblicazioni delle Edizioni Themis sono a carattere specialistico negli ambiti della psicologia, della sociologia, del diritto, della criminologia, della salute e sicurezza sul lavoro, della security, della comunicazione.

Seminari e Workshop

Seminari e WorkshopSeminari e Workshop

Il Centro Themis è partner di strutture qualificate per attività di formazione e seminari specialistici. I temi riguardano: psicologia, criminologia, sicurezza (safety, security e cybersecurity), comunicazione del rischio e della sicurezza.

Login